Amanti, io vi so dire (Benedetto Ferrari)

From ChoralWiki
Jump to navigation Jump to search

Music files

L E G E N D Disclaimer How to download
ICON SOURCE
Icon_pdf.gif Pdf
Icon_snd.gif Midi
Icon_ly.gif LilyPond
File details.gif File details
Question.gif Help
  • (Posted 2020-05-26)  CPDL #58816:       
Editor: Allen Garvin (submitted 2020-05-26).   Score information: Letter, 6 pages, 114 kB   Copyright: CC BY NC
Edition notes:

General Information

Title: Amanti, io vi so dire
Composer: Benedetto Ferrari
Lyricist:

Number of voices: 1v   Voicing: S
Genre: SecularAria

Language: Italian
Instruments: Basso continuo

First published: 1641 in Muische e poesie varie à voce solo, libro terzo (Venice: Battolomeo Magni press)

Description:

External websites:

Original text and translations

Italian.png Italian text

Amanti, io vi so dire
ch’è meglio assai fuggire
bella Donna vezzosa
ò sia cruda ò pietosa
ad ogni modo e via
il morir per amor è una pazzia.

Non accade pensare
di gioir in amare,
amoroso contento
dedicato è al momento
e bella Donna al fine
rose non dona mai senza le spine.

La speme del gioire
fondata è sù’l martire,
bellezza e cortesia
non stanno in compagnia,
sò ben dir con mio danno
che la morte ed’amor insieme vanno.

Vi vuol pianti a diluvi
per spegner i vesuvi
d’un cor innamorato,
d’un spirito infiammato;
pria che si giunga in porto,
quante volte si dice:
ohimè son morto.

Credete’l à costui che per prova può dir
io vidi io fui. Se creder no’l volete
lasciate star che poco importa à me.
Seguitate ad’amar ad’ogni modo,
chi dè rompersi il collo.
Non accade che schivi.
Od’erta ò fondo
che per proverbio senti sempre dire
dal destinato non si può fuggire.

Donna so chi tu sei,
amor so i fatti miei.
Non tresco più con voi,
alla larga ambi doi.
S’ogn’un fosse com’io
saria un balordo Amor e non un Dio.