Allor ch'io dissi addio, HWV 80 (George Frideric Handel)

From ChoralWiki
Jump to: navigation, search

Music files

L E G E N D Disclaimer How to download
ICON SOURCE
File details.gif File details
Question.gif Help
  • CPDL #06520:  IMSLP1.png
Editor: Luigi Cataldi (submitted 2004-01-16).   Score information: A4, 12 pages, 951 kB   Copyright: Personal
Edition notes: full score and individual parts also available.

General Information

Title: Allor ch'io dissi addio, HWV 80
Composer: George Frideric Handel

Number of voices: 1v   Voicing: Soprano solo
Genre: SecularCantata

Language: Italian
Instruments: Basso continuo

First

Description:

External websites:

Original text and translations

Italian.png Italian text

Allor ch’io dissi addio
e ch’io lasciai quel memorabil loco,
dove nacque il mio foco,
pensò folle il cor mio
tutti gli ardori suoi render di gelo,
e fortuna cangiar per cangiar cielo.
Ahi lassa che mi segue
in ogni tempo in ogni parte amore.
E di notte e di giorno, a tutte l’ ore,
all’occhio della mente,
rende l’amato oggetto ognor presente.

Son qual cerva ferita che fugge
dalla man che l’ancide e l’impiaga.
Ma se meco è lo stral che mi strugge,
lontananza non salda la piaga.

Anzi se nacque il mio
amoroso desio
d’una bella virtù figlio innocente,
sia lontano o presente,
sempre fisso è nel cor l’amato oggetto,
né a così giusto affetto,
resiste di ragion l’alto consiglio,
ch’anzi a seguir m’esorta
un bell’amor che di virtute è figlio.

Il dolce foco mio,
ch’accende un bel desio,
amor lusinga.
Ma nasce un rio timor,
onde languisce il cor,
ch’egli non finga.